Cariche e Statuto dell’Associazione

Cariche

Presidente

Sandro Sartorio

Segretario

Matteo Bochese

Tesoriere

 

Consiglieri:

 Gioele Porrini, Alfredo Riboni, Andrea Oldrini, Giorgio Doro

 

Art.3

La “Associazione Lombarda Amatori Orchidee” non ha fini di lucro, ma scopi puramente scientifici, culturali, tecnici e pertanto promuoverà iniziative per:

(a) favorire la conoscenza, lo studio, la propagazione, la conservazione e  l’introduzione di orchidee e altre piante epifite appartenenti a specie botaniche e ibridi;

(b) favorire la conoscenza, lo studio e la conservazione delle orchidee spontanee italiane ed europee;

(c) patrocinare lo studio, la sperimentazione e la divulgazione di nuove tecniche italiane ed europee;

(d) organizzare incontri qualificati per ottenere gli scopi previsti anche attraversomanifestazioni varie (esposizioni, concorsi, pubblicazioni) nell’ambito dell’attività specifica;

(e) rilasciare certificati e premi quali riconoscimento di meriti per ricerche, tecniche culturali,risultati positivi ottenuti nella coltura delle orchidee e altre piante epifite, da parte dei giudici qualificati e riconosciuti dalla A.L.A.O.;

(f) per favorire il raggiungimento degli scopi sociali l’Associazione potrà vendere a terzi materiali didattici.
 

Art.7

La qualità di socio si perde per dimissioni, morosità e indegnità; la morosità verrà dichiarata dal Consiglio Direttivo e l’indegnità sancita  dall’Assemblea.
 

Art.8

L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da 5 membri eletti dall’Assemblea dei soci e che durano in carica per tre anni e sono rieleggibili.
 

Art.9

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, dal Tesoriere e da due membri scelti fra tutti i soci. Il Segretario sarà scelto dal Consiglio Direttivo anche al di fuori della rosa dei soci.
 

Art.11

Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritiene necessario o quando ne sia fatta richiesta da almeno due membri del Consiglio stesso, comunque non meno di due volte all’anno. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio stesso ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità di voti, prevale il voto del Presidente. Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente dell’Associazione in carica o in sua vece dal Vicepresidente. È facoltà del Consiglio Direttivo stabilire le modalità d’associazione e le relative quote.
 

Art.14

Il Tesoriere ha il compito di raccogliere quanto dovuto all’Associazione e di pagare quanto dalla stessa dovuto secondo le disposizioni del Consiglio Direttivo ed opererà con firma congiunta del Presidente. Terrà tutti i libri contabili amministrativi a disposizione del Consiglio e redigerà i bilanci consuntivi e preventivi da sottoporre all’approvazione del Consiglio e dell’Assemblea dei soci.
 

Art.15

L’Assemblea dei soci sarà convocata dal Consiglio Direttivo almeno una cvolta all’anno entro cinque mesi dalla chiusura dell’esercizio, mediante comunicazione scritta con lettera semplice da spedirsi con almeno trenta giorni di preavviso o pubblicata sul bollettino dell’A.L.A.O. con trenta giorni di preavviso. L’Assemblea potrà essere convocata dal Consiglio Direttivo su richiesta di almeno 1/10imo dei soci, i quali dovranno farne richiesta per iscritto motivandone la causa. L’Assemblea potrà essere convocata anche fuori dalla sede sociale.
 

Art.17

L’Assemblea nominerà il Presidente dell’Assemblea, il Segretario della stessa e due scrutatori. Spetta al Presidente constatarne la validità ed in genere il diritto d’intervento. Delle Assemblee redigerà il verbale il Segretario dell’Assemblea che provvederà a firmarlo unitamente al Presidente della stessa. Le votazioni potranno avvenire per alzata di mano oper scheda palese. Per le modifiche dell’atto costitutivo o dello statuto occorre in prima convocazione la presenza di almeno tre quarti degli associati, mentre in seconda convocazione è sufficiente la presenza di almeno un terzo degli associati, salvo comunque il disposto dell’ultimo comma art.21 del Codice Civile.
 

Art.20

Qualsiasi vertenza fra gli associati e l’Assemblea sarà definita da un Collegio Arbitrale composto da tre membri nominati unoper parte dai contendenti e il terzo dai primi due salvonomina, in caso di disaccordo, da parte del Tribunale di Varese.

Art.1

È costituita la ‘ASSOCIAZIONE LOMBARDA AMATORI ORCHIDEE (A.L.A.O.)
 

Art.2

La sede sociale è in Cadrezzate, via Solferino 245/2.
 

Art.4

Il patrimonio della A.L.A.O. è costituito da beni mobili e immobili, da eventuali erogazioni, donazioni o lasciti e da eventuali proventi di  attività dell’Associazione.
 

Art.5

L’esercizio finanziario avrà durata dal 1 Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno.  Alla fine di ogni esercizio verranno predisposti dal Consiglio Direttivo i bilanci consuntivi e preventivi.  Il bilancio firmato dai revisori dei conti sarà depositato a disposizione dei dsoci presso la sede amministrativa almeno 15 giorni prima  dell’Assemblea.
 

Art.6

Sono soci:

(a) attivi: le persone, gli enti che previa domanda saranno ammessi dal Consiglio Direttivo a suo insindacabile giudizio e che verseranno la quota associativa;

(b) benemeriti: i soci che verseranno la quota sociale triplicata;

(c) vitalizi: i soci che verseranno una quota pari a 20 (venti) volte la quota associativa annuale;

(d) onorari: Persone ed enti che avranno acquisito particolari benemerenze nel settore specifico e le persone che hanno ricoperto nel passato la carica di  Presidente dell’Associazione.

La durata della quota associativa sarà dal 1 Gennaio al 31 Dicembre.

I soci, sempre che in ogni caso siano in regola con la quota sociale, avranno diritto di partecipare a tutte le riunioni e manifestazioni indette  e di usufruire delle attrezzature in dotazione all’Associazione.
 

Art.10

Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio Direttivo, tranne eventuali rimborsi spese che saranno di volta in volta deliberati e secondo le disponibilità di cassa.
 

Art.12

Il Presidente rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti dei terzi e in giudizio. Viene eletto dall’Assemblea dei soci e dura in carica tre anni; può essere rieletto anche per più periodi.
 

Art.13

Il Vicepresidente viene eletto dall’Assemblea dei soci, sostituisce a tutti gli effetti il Presidente nel caso di assenza, impedimento o malattia dello stesso.
 

Art.14 bis

L’Assemblea eleggerà altresì tre revisori dei conti effettivi più due supplenti che dureranno in carica tre anni come i membri del Consiglio Direttivo e potranno essere rieletti.
 

Art.16

Hanno diritto a partecipare all’Assemblea tutti i soci in regolacon il pagamento della quota sociale. Saranno ammessi alla votazione i soci che si saranno iscritti almeno dieci giorni prima della data fissata per la prima convocazione. Gli associati possono farsi rappresentare da altri soci, anche appartenenti al Consiglio Direttivo, per delega scritta. Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di ammettere la votazione per posta usufruendo dei moduli all’uopo predisposti (che verranno inviati alla segreteria dell’Associazionein tempo utile) a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno che pervenga all’Associazione almeno 5 giorni prima della data dell’Assemblea; le raccomandate ricevute dopo tale termine saranno non ritenute valide. Nelle votazioni per posta non saranno accettate le deleghe.
 

Art.18

Le entrate dell’Associazione sono costituite dalle quote sociali e da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale.
 

Art.19

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in merito alla devoluzione del patrimonio.

Varese, 28 Gennaio 1989