Necrologio – Arturo Valenza

Nella notte delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia un caro amico ci ha lasciato. E’ con grande rammarico che diamo notizia della morte di Arturo Valenza avvenuta lo scorso 17 marzo a 87 anni. Nel corso della sua lunga vita ha saputo contribuire sempre attivamente alla crescita della nostra Associazione. Era l’uomo dalle mille risorse e dalle mille idee; grazie al suo ingegno sapeva trovare una soluzione ad ogni problema.

Era un piacere parlare con lui di orchidee. Ci mancheranno i suoi consigli, i suoi aneddoti e le preziose informazioni che condivideva con tutti noi. Grazie a persone come lui si è diffusa la conoscenza del mondo delle orchidee; la sua passione e il suo amore per le orchidee sono stati e saranno per sempre i cardini  dell’A.L.A.O. Tutti coloro che condividevano con lui quella meravigliosa emozione che e’ vedere fiorire un’orchidea o ricorderanno per sempre.

Un’orchidea può arrivare dove le parole non riescono. Unire dove le idee dividono.

Grazie Arturo.

Eugenio Crippa

Quando decisi di occuparmi di orchidee scoprii che esisteva una associazione lombarda di amatori e così mi recai alla sede di via Motta a Varese dove trovai un signore molto gentile che rispose in modo pacato ma esauriente a tutte le mie domande; questo signore era Arturo Valenza che per più di un decennio, durante il quale lo frequentai, continuò ad essere gentile, pacato e sempre disponibile con tutte le persone che gli chiedevano consigli sul mondo delle orchidee.

L’occasione nella quale lo conobbi non era molto felice poiché l’associazione doveva lasciare la sede e, cosa più triste, doveva cedere la meravigliosa raccolta di orchidee di proprietà dell’ALAO.

Fu in quel frangente che mi donò quelle che furono le mie prime tre orchidee: Un Paphiopedilum spicerianum, un Epidendrum anceps e un Dendrobium delicatum.

Ora Arturo ci ha lasciato creando un vuoto che nessuno potrà mai colmare, ma le orchidee che mi ha donato allora, continueranno a fiorire.

Addio Arturo.

Vito Viganò

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*