L'orchidea nera

I consigli di coltivazione per le Fredclarkeara e per le Cycnoches sono uguali. La coltivazione delle Fredclarkeara non è difficile. Tutto ciò che serve è la comprensione dei modelli di crescita stagionali. Alternano un periodo di crescita e un periodo di riposo (dormienza). Per una migliore crescita delle piante è importante comprendere e rispettare queste fasi. Quando le piante sono in crescita attiva è bene mantenere costante l’umidità delle radici e fertilizzare regolarmente. Ciò è essenziale per ottimizzare lo sviluppo e la fioritura. Quando le piante sono in riposo somministrare poca o nessuna acqua, in quanto gli pseudobulbi hanno accumulato umidità e sostanze nutrienti per sopravvivere alla dormienza.

Inizio primavera: le Fredclarkeara iniziano la loro nuova crescita in primavera. Tuttavia, per iniziare l’irrigazione si deve aspettare che la nuova crescita abbia ben sviluppato nuove radici. Questo significa che si deve lasciare che le nuove radici siano cresciute di una lunghezza approssimativa di 6-10cm prima di iniziare l’irrigazione. Vorrei sottolineare questo punto. L’attesa per la bagnatura non è facile, l’istinto naturale è quello di iniziare l’irrigazione quando si vede la nuova crescita, ma le vecchie radici si deteriorano durante dormienza e l’anno successivo non sono così efficienti ad assorbire l’umidità e le sostanze nutrienti. Questo rende le nuove radici vitali per la salute delle piante.

Mezza stagione: una volta che le nuove radici sono sufficientemente cresciute, è il periodo in cui le piante stanno rapidamente sviluppando i loro nuovi pseudobulbi, vi è una sorprendente rapidità di crescita che si verifica in questi 3-4 mesi: spesso le piante raddoppiano la loro dimensione. In questa fase le piante richiedono umidità costante e regolare fertilizzazione. Nella maggior parte dei casi, l’irrigazione sarà di 2 o 3 volte a settimana. Un fertilizzante equilibrato completo (20-20-20) è indicato per questa rapida crescita. Un livello di luce pari o superiore a quello suggerito per le Cattleya aiuterà ad assicurare una vigorosa crescita e la fioritura. Questo è il periodo in cui inizierà la nuova fioritura.

Fine stagione: qualche tempo dopo la fioritura, nel tardo autunno, le piante cominceranno a entrare nella fase di dormienza. I primi segnali sono l’ingiallimento e la doratura sul bordo delle foglie. A questo punto si interrompe la concimazione e si riduce l’irrigazione a metà e, quando la maggior parte delle foglie sono di colore giallo / marrone e iniziano a cadere, cessate l’irrigazione del tutto. La regola generale da seguire è: al 15 novembre si arresta la fertilizzazione e si riduce l’irrigazione a metà. La maggior parte delle foglie devono essere ingiallite o caduto al 1 ° gennaio; anche qualora le piante avessero ancora le foglie, si deve interrompere comunque l’irrigazione.

L’insorgenza della dormienza è causata da diversi fattori: la maturità degli pseudobulbi, una lunghezza delle giornate inferiore, le temperature più basse di giorno e di notte e una riduzione dell’umidità nella zona delle radici. Tuttavia quando le piante sono coltivate in aree calde o in casa sotto le luci artificiali a volte la dormienza deve essere incoraggiata. L’arresto dell’irrigazione ai primi di gennaio, indipendentemente dal numero di foglie verdi, attiverà la dormienza.

Nota: L’irrigazione durante la dormienza dovrebbe essere fatta solo se la pianta avvizzisce gravemente. Solitamente una singola irrigazione è sufficiente a ripristinare la giusta idratazione degli pseudobulbi.

Riassunto

  • Come la nuova crescita si sviluppa aspettare per irrigare fino a quando le nuove radici sono ben sviluppate e sono lunghe 6 -10cm. (Non avere fretta di bagnare, è meglio aspettare)
  • Irrigare e fertilizzare spesso, mentre le piante sono in crescita attiva
  • Smettere di fertilizzare e dimezzare l’irrigazione da metà novembre
  • Cessate completamente l’irrigazione dal 1 ° gennaio

I livelli di luce: le Fredclarkeara amano livelli di luce paragonabili alle Cattleya (circa 27000-43000 lumen). Tuttavia, le piante sono ampiamente adattabili anche a livelli di luce più bassi. Per una crescita ottimale vi consigliamo un’esposizione a sud o un luogo in cui le piante ricevano una luce brillante, filtrata.

Composto per il rinvaso: Per le piante mature utilizzare Bark medio misto ad agriperlite. Per piante giovani si preferisce sfagno Nuova Zelanda. Tuttavia questo genere non è troppo esigente, qualsiasi mezzo di coltura ben drenante funzionerà bene.

Fertilizzanti: Quando la pianta è in crescita attiva, utilizzare regolarmente un fertilizzante (20-20-20) 1gr per litro d’acqua.

Il movimento dell’aria: un movimento d’aria abbondante è essenziale per una buona coltivazione. Inoltre appendere le piante permetterà la massima circolazione dell’aria intorno al vaso.

Rinvaso e divisione: il rinvaso viene effettuato quando la nuova vegetazione è appena iniziata e prima che le nuove radici inizino a crescere. (Ricordate; nessuna irrigazione fino a quando le radici saranno ben sviluppate). Diversamente dalla maggior parte delle orchidee, nelle Fredclarkeara le divisioni di due pseudobulbi danno buoni risultati. Le divisioni vengono effettuate con un utensile sterile o separando direttamente gli pseudobulbi con le mani.

Insetti parassiti: Le Fredclarkeara sono generalmente indenni da organismi nocivi, tuttavia gli acari sono attratti dalle foglie soffici di queste piante.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*