Coryanthes lanata – nuova specie

RICHARDIANA, Giardino Botanico de Guyane, articolo pubblicato il 05/01/2019 di Sidney Marcal & Guy R. Chiron

Coryanthes lanata è una nuova specie descritta, parente stretta di C. speciosa e C. bueraremensis, nativa di Bahia, in Brasile. Si conosce una popolazione di una decina di piante che cresce sui margini della strada a 75 metri di altitudine. L’epiteto si riferisce alla caratteristica lanosa dell’hypochile, carattere costante osservato in tutta la popolazione, e non osservato in C. speciosa e le sue varietà, nemmeno in C. bueraremensis. C. lanata ha un’infiorescenza con racemo uniflorale, il fiore è giallo più o meno densamente punteggiato di rosso o rosso-marrone. Le Coryanthes sono essenzialmente un genere amazzonico, solo quattro specie sono conosciute nell’est del paese, tutte descritte sulla base di piante raccolte nello stato di Bahia: C. bahiensis, C. bueraremensis, C. pilosa e C. speciosa. Le tre specie studiate, C. bueraremensis, C. speciosa e la nuova C. lanata, presentano diversi caratteri in comune: pseudobulbi oblunghi, foglie lineari-lanceolate, peduncolo dell’infiorescenza inferiore a quello delle foglie e ornato da quattro brattee, fiori più numerosi, petali lingulati, circa cinque volte più lunghi che larghi, sepali laterali circa due volte più lunghi che larghi e colonne molto simili. Le principali differenze di C. lanata osservate rispetto alle sue parenti strette sono: dimensioni della pianta (pseudobulbi, foglie e infiorescenze) più piccole, peduncolo relativamente più spesso, sepalo dorsale trasversalmente ovale non accuminato, petali relativamente più stretti, mesochile ornato da due calli all’interno dell’hypochile, uno posto vicino al centro dell’hypochile (lungo e conico, presente anche in C. speciosa) e l’altro è posto sul margine dell’hypochile (più basso e assente in C. speciosa). L’hypochile è a forma di casco cilindrico ed è ornato da una banda lanosa sulle due coste e sulla sommità, caratteristica non presente nelle altre due specie. Queste differenze giustificano l’aggiudicare lo status di nuova specie a questa orchidea.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*