Cattleya intermedia

Graham ex Hook 1828

Una bella sorpresa nella serra di Utopia Tropicale, il 2 maggio 2019, fiorita per la prima volta dopo due anni di coltivazione in forma naturale (ancorata ad un tronco di castagno con bromelie ed altre epifite). Ha superato indenne temperature minime invernali di zero gradi e massime estive di oltre 35°C.

È una specie endemica del Brasile centro meridionale, Uruguay e Argentina, si trova nella fotresta atlantica costiera su rocce e su piccoli alberi vicino al mare. Fiorisce in primavera o estate, ogni stelo porta dai 3 ai 6-7 fiori molto longevi e profumati. La pianta è di piccole-medie dimensioni, bifoliata.

Ci sono specie endemiche delle dune di sabbia, habitat molto difficile, con molta luce, vento e salsedine, le piante radicano alla base degli arbusti per proteggersi. Le specie endemiche delle zone paludose sono più numerose data l’alta presenza di acqua, sono così abbondanti da ricoprire completamente alcuni rami degli alberi e in piena fioritura sembrano dei veri e propri giardini pensili che lasciano chiunque a bocca aperta.

Proprio per questa grande adattabilità agli habitat, questa Cattleya risulta di facile coltivazione.

Una scommessa vinta, coltivare una Cattleya in serra fredda!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*