Varese Orchidea 2012 – Racconto

L'evento

La mostra Varese Orchidea 2012 si è svolta presso la Villa Napoleonica situata nel Centro Congressi Ville Ponti di Varese. All’interno dello stand ALAO era presente l’orchidea simbolo dell’Ecuador, suo paese nativo assieme al Perù, il Phragmipedium besseae.
Il Phragmipedium besseae è stato scoperto in Perù nel 1981, dalla botanica americana Elisabeth Besse, facente parte della spedizione “Marie Selby Botanical Garden”. È sorprendente come un’orchidea dal color rosso acceso sia potuta sfuggire alle orde di botanici e raccoglitori che hanno setacciato questi luoghi nei secoli precedenti. Probabilmente, l’orchidea è stata celata dalla nebbia fredda che satura i dirupi in cui cresce, luoghi molto impervi e poco piacevoli per l’uomo.

La botanica Elisabeth, ha sua insaputa, aveva fatto una straordinaria scoperta, trovando un fiore incredibile per il suo colore e mai descritto prima. Grazie a questa pianta, gli ibridatori sono riusciti ad ottenere nuove piante con colori sgargianti della tonalità del rosso, visto che tutte le altre specie di Phragmipedium conosciute hanno una colorazione derivante dalle tonalità del verde.

Una di queste piantine ha una sua storia affascinante da raccontare anche nei giorni nostri, si tratta del Phragmipedium besseae presente alla mostra, appartenente al socio Alessandro Valenza. La piccola pianta era stata esposta proprio nell’ultima mostra di orchidee ALAO effettuata nelle Ville Ponti, circa vent’anni fa. Allora la pianta apparteneva a Natale Gerosa che l’ha regalata al padre di Alessandro, anche lui nostro affezionato socio, e a lui proprio nell’occasione di quell’ultima mostra. Ovviamente la pianta presente quest’anno è una divisione dell’orchidea regalatagli tanto tempo fa. È molto curioso e speriamo di buon augurio per le prossime mostre a Varese da noi organizzate, il ritorno di questa affascinante orchidea a Ville Ponti, proprio nella riapertura della mostra in questa bellissima villa e dopo così tanto tempo.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*