Stanhopea oculata

Siamo stati invitati a partecipare a questa piccola mostra di piante insolite, rare e tropicali, tenutasi domenica 9 giugno, molto interessante per la varietà di esemplari presenti negli stand di professionisti, soci e semplici appassionati. Non da meno il paesaggio: si tratta di una vera e propria terrazza a Comerio che si affaccia sul lago, davvero suggestiva e affascinante. L’evento è stato organizzato dall’associazione Utopia tropicale, che divulga e promuove l’importanza del giardinaggio botanico in continuità con le esperienze dei nostri giardini storici.
Ha avuto molto successo il corso base di coltivazione con prova pratica di rinvaso: il pubblico è rimasto a seguire anche quando ha cominciato a piovere e senza farsi problemi hanno aperto i loro ombrelli e continuato ad ascoltare attentamente.
Giusto in tempo, finito il corso, è cominciata la piacevole visita guidata alla serra fredda, luogo di sperimentazione e aula didattica per i più piccini. Si entra in una vera e propria foresta e durante il percorso si viene a contatto con foglie e rami che risvegliano in noi tutti i sensi. Come dice l’Associazione: «una sperimentazione botanica è possibile, ciò che seminiamo oggi sarà il giardino di domani, un’eredità per le nuove generazioni».

Solandra maxima

In questa serra il fiore della Solandra maxima ha deciso di aprirsi per la prima volta dopo cinque anni, proprio per la quinta edizione di Comeraro. Ma non solo, nella sperimentazione sono incluse anche molte orchidee, che raggiungono minime in inverno attorno agli 0° C. Era presente un bell’esemplare di Stanhopea oculata, con una moltitudine di steli e bocci gonfi, pronti a esplodere ed emanare il loro intenso profumo; chi avrà l’opportunità di ammirarne la fioritura eccezionale sarà veramente fortunato: estasi per tutti i sensi! Una piccola serra da non perdere, con al suo interno piante molto belle e interessanti, nonché brave guide che dimostrano in primo luogo la loro grande passione per questo progetto di sperimentazione.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*