SOS Orchidee nelle serre di Villa Litta

Domenica 20 ottobre 2019 l’ALAO è stata nuovamente chiamata dall’associazione “Amici di Villa Litta” per la Giornata del parco storico. Durante la mattinata si è svolta la Passeggiata Botanica a cura della Rete degli Orti botanici della Lombardia con la naturalista Valentina Ugo, che ha fatto conoscere gli alberi secolari presenti nel parco, dei veri e propri monumenti viventi. Tra questi è presente un maestoso esemplare di Ginkgo biloba, la cui probabile messa a dimora risale al 1850: in autunno le foglie si tingono di giallo oro, una vera meraviglia per i visitatori del parco.

Dopo l’esperienza dello scorso settembre, anche questa volta è stata esposta la collana Lindenia originale in una nuova sala, la Sala dei baci, accompagnata da nuove piante in fiore.

Villa Litta in passato era molto nota per le orchidee: infatti nel 1932 divenne di proprietà della famiglia Toselli, che vi introdusse la coltivazione su larga scala delle orchidee. Nell’ambito di questa eredità, il compito più grande che ci è stato assegnato riguarda le orchidee un po’ abbandonate, presenti nelle serre Liberty di fine Ottocento in ferro e vetro, oggetto di un imponente piano di recupero del 2015 grazie al contributo della Fondazione Cariplo.

L’ALAO ha allestito il primo quarto del livello inferiore della serra, dedicato interamente alle orchidee, per mostrare cosa possono offrire le serre, utilizzando esclusivamente piante tropicali e le amate orchidee già presenti e aggiungendo tronchi contorti, bambù e tralci di vite per ricordare le liane.

Nel pomeriggio di domenica 20 ottobre numerosi soci ALAO hanno creato una vera e propria catena di rinvaso super efficiente: in questo modo il pubblico ha potuto apprendere la tecnica del rinvaso e la maggior parte delle orchidee delle serre sono state controllate e messe a nuova dimora. Speriamo che questo piccolo aiuto possa fare la differenza per la loro crescita e fioritura.
Articolo e foto:Francesca Castiglione

prima dell'intervento Alao

Dopo l'intervento Alao

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*