Orchis 2020 n. 1 – Editoriale

EDITORIALE

Cari lettori,
sono felice di inaugurare il 2020 con un «ORCHIS» ulteriormente cresciuto. Spero che apprezzerete la nuova grafica che, grazie all’aiuto della nostra amica Maria Caprì,lo rende più accattivante e godibile. Non solo l’estetica è migliorata, ma anche gli articoli e le sezioni sono aumentati: siamo arrivati a ben 13 articoli, di cui due conferenze grazie alla collaborazione con la Società Felsinea di Orchidofilia e Utopia Tropicale.

È un onore aver pubblicato in questo numero la conferenza interamente dedicata ai Dendrobium della Nuova Guinea e tenuta da André Schuiteman, botanico famoso a livello internazionale, che lavora presso i Royal Botanic Gardens a Kew (Londra) e che sta dedicando tutta la sua vita allo studio delle orchidee.

Conoscete già la sezione delle schede descrittive delle specie botaniche, introdotte lo scorso anno; ora sarà presente anche una sezione dedicata agli ibridi, ma non solo: tenevo molto a introdurre una parte sulle orchidee nel loro habitat, perché spesso sappiamo come coltivare le nostre amate orchidee, conosciamo le loro caratteristiche, ma talvolta non sappiamo come vivono realmente in natura. Non è molto semplice reperire foto di piante in situ; quindi se qualcuno di voi ha fatto qualche viaggio con avvistamenti di orchidee e vuole contribuire alla nostra rivista è il benvenuto.

Proprio da questo intento nasce la conferenza di Marco Malacarne, interamente dedicata alle orchidee del Madagascar, che ha ammirato durante il suo ultimo viaggio.

Infine, questo numero vi presenta anche Johnny Allegra, che, dopo le elezioni dello scorso febbraio, è diventato il nuovo presidente dell’ALAO: per conoscerlo meglio eccovi la sua intervista.
Buona lettura!

Francesca Castiglione
Redattrice

Per info: info@alao.it

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*